Nel pieno della vita

Ci scrive una ragazza di 18 anni. È nel rigoglio degli anni e ha fatto diverse esperienze di vita con le Suore Francescane dell’Immacolata. Non ha nulla da criticare all’Istituto, anzi ha ricevuto solo del bene.

controluce

Sono Rosa, ho 18 anni e sono la prima di cinque figli. Scrivo questa testimonianza anche a nome dei miei fratelli che, con trasporto e dedizione, hanno vissuto e seguito l’ordine Francescano dell’Immacolata.
Volevo iniziare col dire che, per noi, è stata una grazia incontrare queste suore perché hanno cambiato la nostra vita; ci hanno fatto conoscere l’Immacolata in tutte le sue virtù e in tutta la sua Bellezza, ciò che nessuno mai aveva fatto fino ad allora. Ci hanno insegnato a mettere al primo posto la Mamma celeste, in tutte le nostre azioni, in tutte le nostre parole e in tutta la nostra vita e ci hanno insegnato ad imitarla sempre più. Quello che, sin dall’inizio, più mi ha colpito delle suore è il loro sorriso; non le ho mai viste preoccupate, in tensione o arrabbiate, ma sempre serene e sorridenti. Non a caso queste suore sono tutte ragazze giovanissime che hanno abbandonato tutto, ricchezze e affetti, per seguire quest’Ordine.
Con mia sorella e un altro gruppo di più di una ventina di ragazze, da anni frequento campi scuola organizzati dalle suore. Insieme giochiamo, cantiamo, facciamo recite, ascoltiamo conferenze, compiamo escursioni e preghiamo nella massima gioia, semplicità e letizia.
Alla fine di ogni campo scuola, per noi tutte è sempre stato tragico rientrare a casa perché con le suore stavamo bene ed eravamo serene. Ma oltre i campi scuola, con mia sorella e con tutte le altre ragazze, trascorriamo settimane in convento per rivederle, per stare in pace e non nella continua confusione del mondo, ma anche a volte per studiare senza distrazioni, in vista di esami statali.
Le suore per noi sono tutto, amiche e mamme.
Voglio condividere con tutti coloro che leggeranno questa testimonianza una frase che è incorniciata in tutte le case di queste suore, in modo tale da non dimenticarlo mai: “SIATE L’IMMACOLATA L’UNA PER L’ALTRA”! Questa è la frase che il padre fondatore, Stefano Maria Manelli, ha sempre ribadito alle sue figlie spirituali.
Padre Stefano io l’ho conosciuto, gli ho parlato, mi sono confessata. Ormai sono anni che lo conosco. È diventato il mio padre spirituale; mi ha seguita in tutte le mie scelte e decisioni, sempre nella massima libertà, ma consigliandomi spiritualmente per la mia santità.
Padre Stefano tiene tanto a tutti i suoi figli spirituali e prega tanto per le loro anime affinché nessuno possa commettere peccati. Una delle frasi che mi ha ribadito più spesso, oltre al “FATTI SANTA”, è:  “Sta sempre in grazia di Dio e profuma sempre come una rosa, per poi un giorno fare terra Paradiso”! Ora penso che con questo io abbia detto tanto, anche se non smetterei mai di parlare di quest’Ordine.
A tutti coloro che stanno calunniando Padre Stefano e le nostre suore, voglio solo dire: “Smettetela di sporcare l’immagine di queste anime consacrate a nostro Signore perché la verità presto sarà svelata!”.
La risposta delle suore e di Padre Stefano penso che già tutti l’abbiano vista in televisione: UN SORRISO E LA PIU TOTALE SERENITÀ E PACE.

Rosa Vasile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...