Calunniate, calunniate, qualcosa resterà

Questo concetto espresso nel titolo, antico quando il mondo, sembra avere un seguito nei giorni nostri con la triste vicenda delle suore e frati Francescani dell’Immacolata, sulla quale si esprimono due coniugi della provincia di Bari.

calunnie

Ave Maria
Siamo Caterina Manzari (53 anni) e Pietro (57 anni), viviamo a Casamassima (Bari), genitori di tre figli. Vorremmo lasciare la nostra testimonianza in favore di Padre Stefano M Manelli e di tutte le suore che abbiamo avuto modo di conoscere in questi anni. Sin dalla prima volta che le abbiamo incontrate sembravano delle piccole Madonnine, tutte sorridenti e raccolte. Da loro abbiamo appreso come pregare il Santo Rosario in unione con Maria Santissima. È grazie alla loro famiglia religiosa che ci siamo sempre più avvicinati alla Chiesa, ai Sacramenti, fino ad arrivare a fare la consacrazione all’Immacolata. La nostra fede, grazie all’aiuto di questi Frati e di queste Suore, è cresciuta ogni giorno di più. Le suore, infatti, ci hanno parlato sia del messaggio di Fatima, esortandoci alla preghiera e all’offerta di ogni Croce che il Signore ci manda, che di altri temi di catechesi. Con tutta la famiglia, infatti, abbiamo trascorso giorni interi negli incontri della M.I.M. da loro organizzati e possiamo in fede testimoniare che mai si è visto qualcosa di sospetto, contro la Chiesa, contro il Papa. Le suore sono povere, umili e, soprattutto, così pure nell’anima tanto da conquistare il cuore di chi le avvicina. Si percepisce la santità e purezza nelle loro opere e in tutto il loro essere. Padre Stefano Manelli, per quel che abbiamo avuto modo di conoscere, possiamo dire che sia un sacerdote autentico, che mostra la verità così come è, come faceva san Pio da Pietrelcina.
L’Ordine dei Francescani dell’Immacolata è nato per volontà di Dio e uno dei segni a conferma di ciò è l’abbondanza di vocazioni, oltre che di molte conversioni, incluse quelle della nostra famiglia. È per questo che abbiamo appreso con grande dispiacere le gravi calunnie e diffamazioni diffuse tramite i mass media, contro le suore e addirittura contro il loro Fondatore padre Stefano Maria Manelli, del quale siamo diventati figli spirituali. Il nome dell’Immacolata è scomodo per il nemico della Santa Chiesa, ma noi ci auguriamo che al più presto trionfi il Cuore dell’Immacolato che quest’Ordine ci ha fatto conoscere e amare. Speriamo vivamente che il Santo Padre Papa Francesco accolga l’appello di Padre Stefano e che si faccia luce su questa triste vicenda, portata anche sugli schermi della Rai, diffondendo solo falsità e bugie orrende. Solo Dio può leggere nel cuore di questi bravi sacerdoti e suore esemplari.

Distinti saluti. Ave Maria!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...