Commento al nuovo video inchiesta del “Corriere.it”

Il messaggio mediatico quasi sempre volto a delegittimare l’opera ed a ledere l’onore e la credibilità di padre Stefano Manelli continua a confondere. Vale la pena fare alcune riflessioni sulle affermazioni diffuse e sulla tendenziosità delle parole usate, ridotte a mero strumento di accusa, al di là di ogni etica e verità.