9 febbraio Cuore di Maria La “Madre”

 

cuore-immacolato-di-maria-1Il Cuore Immacolato di Maria non è sol­ tanto il Cuore di una Madre, ma è il Cuore di una Madre umana e divina. È grandezza più grandezza di amore. Che cosa si potrebbe paragonare, concretamente, al cuore di una madre, e per di più al cuore di una Madre non soltanto umana, ma anche divina?

È ben difficile, infatti, trovare sulla ter­ ra qualcosa che assomigli realmente e abbia il valore di un cuore umano tutto pieno sol­ tanto di amore materno. Si dice anche, giu­ stamente, che il cuore di una mamma è il capolavoro uscito dalle mani di Dio Creato­ re, il capolavoro che grida più di tutti la sua somiglianza con Dio che è “Amore”.

È un fatto concreto e costante, in real­ tà, che Dio può donare a ciascuno di noi molti amici, molti fratelli e sorelle, molti parenti e persone buone capaci anche di amarci straordinariamente, mentre ci dona, invece, una sola mamma: perché?… Pro­ prio perché nessuno ci potrà amare come la mamma.

E se una mamma ha molti figli, amerà forse di meno i suoi numerosi figli rispetto a una mamma che ha soltanto pochi figli?… No, no: al contrario, ella amerà sempre di più, se ha la grazia di avere molti figli, poi­ ché l’amore materno non si divide, ma si moltiplica sempre, inesauribilmente!

Che cosa sarà stato allora il Cuore ma­ terno di Maria Santissima?… Ella è addi­ rittura Madre di Dio infinito! Ella, inoltre, è anche Madre di tutti gli uomini!…

Che cosa sarà stato, allora, quel suo Cuore materno? Quale e quanta immensi­ tà di amore ci sarà stato in quel suo Cuo­ re materno, dunque? Soltanto Dio è stato ed è in grado di misurare quella ricchezza incommensurabile di amore materno che la Madonna ha messo interamente a dispo­sizione di tutti noi suoi figli.

“Qui la testa gira!…”

Per questo, giustamente, san Massi­ miliano M. Kolbe – il “Folle dell’Imma­ colata” – diceva che a noi, pensando alla grandezza d’amore quasi infinito della “Madre di Dio” , viene davvero il gira­ mento di testa, ossia “qui la testa gira!…”, diceva e scriveva il Santo.

San Pio da Pietrelcina scriveva e diceva che l’amore materno della Madonna verso tutti noi, suoi figli, è una sorta di “follia d’amore”, poiché Ella vuole cercare di sal­ vare ad ogni costo ognuno dei suoi figli e perciò si preoccupa e si muove in maniera tale da sembrare davvero la Mamma “folle d’amore” per noi, pronta a prenderci per i capelli pur di salvarci!…

E allora, come mai succede che noi sia­ mo piuttosto indifferenti o magari reticenti verso il Cuore dell’Immacolata? Sapendo che è il Cuore della Madre di Dio e del­ la Madre degli uomini, come potremmo dubitare o diffidare del suo grande amore materno per noi suoi figli? Che cosa è che ci può trattenere dal ricorrere con piena e sicura fiducia a Lei, al Cuore di Colei che è sempre la “Madre del bell’Amore”?

Non è forse vero che ancor più, dopo le straordinarie apparizioni della Madon­ na a Fatima, dovrebbe essere spontaneo e sollecito, da parte nostra, ricorrere a Lei per affidarci al suo immenso amore mater­ no? E invece!… È purtroppo vero, invece, che anche le richieste della Madonna di Fatima sulla volontà di Dio di «stabilire nel mondo la devozione al Mio Cuore Immacolato» per salvarci dalla perdizione eterna è sta­ ta disattesa e si è ridotta al nulla in questi tempi di disfacimento della vita di fede e della vita cristiana.

L’amore al Cuore Immacolato della di­ vina Mamma, l’amore al Santo Rosario, l’amore alla vita di grazia, con la preghiera quotidiana, con la Santa Messa ogni dome­nica e con i sacramenti della Confessione e Comunione: tutto è ormai sotto deva­ stazione nella Chiesa di oggi che si trova senza sacerdoti sufficienti, con i seminari vuoti, con i conventi chiusi, con le missio­ni che agonizzano…: dove sono più, ormai, i cristiani che vivono con la grazia di Dio nell’anima in questo mondo che «giace sotto il potere del maligno» (1Gv 5,19), secondo le parole dell’evangelista san Giovanni?

A chi ricorreremo, allora, per ritrova­ re un po’ di amore materno? Non esiste e non può esistere altra risposta che questa: ritorniamo al Cuore Immacolato di Maria, nostra Mamma purissima e amorosissima, e affidiamoci davvero a Lei che non sol­ tanto desidera sempre amarci, ma non può non amarci sempre con la sua Maternità divina interamente rivolta a noi, al nostro bisogno di amore materno.

La Mamma in attesa dei figli…

San Giovanni M. Vianney, chiamato il “santo Curato d’Ars”, nella sua semplice ma ardente predicazione soleva ripetere con frequenza di essere davvero certo che anche in Cielo la Madonna, nostra Mamma divi­na, sta sempre alla porta del Paradiso, in attesa che dalla terra tutti i figli arrivino alla Casa del Padre sani e salvi per l’eter­nità del Paradiso.

E non può non essere così, riflettendo che già la nostre mamme terrene, nono­ stante le loro debolezze – salvo i casi di mamme addirittura snaturate! – sanno aspettare ogni notte il rientro dei loro figli a casa… Riflettiamoci spesso, anche noi, e allora capiremo sempre più quanto noi tut­ ti dovremmo amare il Cuore tutto materno della nostra divina Mamma Immacolata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...