I sacrilegi di padre Martin nel silenzio della Chiesa

pmUn gravissimo oltraggio al mese dedicato al Cuore di Gesù è stato commesso dal gesuita padre James Martin. In un tweet augura agli amici appartenenti alla LGBTQ un felice mese dell’Orgoglio.

Le prime quattro lettere della sigla LBGTQ indicano lesbiche,  gay, bisessuali, e transessuali; l’ultima lettera, la Q, sta ad indicare persone con orientamenti più disparati, quindi con animali e con qualunque altra cosa a cui la fantasia conduca. Ebbene, per padre Martin, la dignità di queste persone è implicita nella loro deviazione, per cui non è più una caratteristica dell’uomo che risponde alla chiamata universale di Dio alla santità. Per padre Martin l’uomo conserverebbe la sua dignità anche nel peccato. La conseguenza è che non ci saranno più differenze tra l’aderire alla chiamata di Dio e il non aderire,  tra peccato  e grazia, tra un santo e un diavolo. Anzi, per il gesuita, le persone con disturbi di orientamento sessuale, sono persone fatte meravigliosamente da Dio. 

CdGNon sorprende, in fondo, questo modo di sragionare del religioso. È una conseguenza ineluttabile dell’errore di fondo di una pastorale tutta misericordia ai danni della Verità.

Gravissimo, allora, pensare al mese di giugno come il mese dell’orgoglio della deviazione sessuale, piuttosto che come il mese dedicato al Sacro Cuore di Gesù. È un oltraggio verso nostro Signore!

Gravissima pure la tolleranza dei vertici della Chiesa che piuttosto che intervenire e correggere, mostrano, con il loro silenzio, una chiara  connivenza, se non addirittura approvazione dell’errore.

Su questo punto va anche precisato che le condanne verbali all’omosessualismo da parte del Pontefice, sono contraddette dall’evidente omissione di correzione dei casi di promozione della cultura LGBTQ, come quello di padre Martin, nominato addirittura consultore del Segretariato delle Comunicazioni, preposto a vigilare sui mezzi di comunicazione del Vaticano.

Tutto ciò, a mio parere,  mostra il carattere chiaramente schizofrenico di questo pontificato.

Come atto di riparazione pubblicheremo nei prossimi giorni delle meditazione sul mese di giugno.

Di seguito il tweet di padre James Martin

 

padre Martin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...