Giugno: Mese del cuore di Gesù. 1° giorno: Chi è Gesù – Chi è l’uomo.

CHI È GESÙstellamatutina-sacro-cuore-di-gesù

Gesù è il Figlio Unigenito di Dio, concepito di Spirito Santo, nato verginalmente da Maria Vergine.Gesù è il Verbo Incarnato.
In Dio ci sono tre Persone: Padre, Figlio, Spirito Santo.
Gesù è la seconda Persona della Santissima Trinità.
Per salvare l’umanità dalla schiavitù del peccato, Dio Padre mandò suo Figlio come nostro Redentore.
Il Verbo si incarnò nel seno verginale di Maria, che è l’unica creatura immune da ogni macchia di peccato fin dalla sua concezione. È l’Immacolata. Ella acconsentì al disegno di Dio, accettando di diventare la Madre dell’Unigenito di Dio. Ella accolse il Verbo nel suo seno, e fin dal primo istante lo adorò come Dio; lo generò come Figlio; lo donò a noi come Salvatore e Redentore.
Gesù, con la Madre sua, riparò nell’umiltà, nell’obbedienza e nel sacrificio, l’orgoglio, la ribellione e la cupidigia di Adamo ed Eva.
Gesù e Maria: il nuovo Adamo e la nuova Eva. Essi hanno riaperto le porte del Paradiso, togliendo l’antica maledizione che pesava sull’umanità, ridonando la grazia che redime, offrendo la possibilità della salvezza a tutti,anche se non tutti, purtroppo, l’accettano.
Betlemme, Nazaret, il Calvario: Gesù visse l’umiltà e la povertà a Betlem, il nascondimento e l’obbedienza a Nazaret, la condanna e l’immolazione sul Calvario. In tal modo Egli è stato il nostro Dio Salvatore, pagando i nostri peccati di persona, con la sua vita e con il suo Sangue.
In Lui, soltanto in Lui, tutti gli uomini possono riacquistare la salvezza: «Dio ci ha dato la vita eterna e questa vita è nel suo Figlio» (1Gv 5,11).
Per questo i Santi hanno consumato la loro vita a portare gli uomini a Gesù Salvatore.
Perché gli Apostoli si sparpagliarono sulla terra e morirono martiri? Solo per donare agli uomini la Buona Novella della salvezza in Gesù.
Perché san Francesco d’Assisi e san Domenico di Guzman furono instancabili nel predicare attraverso paesi e paesi? Per strappare le anime al peccato e all’errore, portandole a Gesù Via, Verità e Vita.
Perché san Francesco Saverio, e tanti missionari, hanno lasciato la famiglia e la patria, per andare a immolarsi in terre lontane e sconosciute? Per portare Gesù a quei fratelli bisognosi di salvarsi l’anima.
Perché san Luigi Grignion, sant’Alfonso de’ Liguori, san Massimiliano M. Kolbe, hanno diffuso con zelo ardentissimo la devozione alla Madonna? Per condurre gli uomini a Gesù Salvatore attraverso la via «più breve, più facile, più sicura».

stellamatuitna-uomo-pensierosoCHI È L’UOMO

L’uomo è una creatura di Dio. Il primo uomo fu Adamo, che ricevette da Dio il corpo e l’anima. La prima donna fu Eva, che con Adamo costituì la coppia dei nostri progenitori.
L’uomo è composto di anima e di corpo. L’anima è spirituale e immortale, viene creata direttamente da Dio e infusa nel corpo (Gn 2,7). Il corpo è mortale, trasmesso per generazione, si corrompe nel sepolcro, ma è destinato anch’esso all’immortalità, in Paradiso o all’Inferno, con la resurrezione finale.
L’uomo fu creato da Dio innocente. Non solo. Ricevette anche la grazia divina, che lo rese figlio di Dio, compartecipe della stessa natura divina.
Ma l’uomo era libero. E doveva scegliere liberamente Dio, per essere sempre figlio e familiare di Dio, ripieno della felicità eterna del suo regno.
Purtroppo, Adamo ed Eva non scelsero Dio, ma si lasciarono ingannare dalla suggestione diabolica di diventare «come Dio». E si ribellarono a Dio, mangiando il frutto proibito.
Il peccato originale distrusse in loro l’innocenza e la filiazione divina, privandoli anche dei doni particolari ricevuti da Dio. Di più, introdusse lo squilibrio fra corpo e anima, tra sensi e ragione, immettendo in loro i focolai della concupiscenza con le passioni più vergognose.
Satana al posto di Dio. Satana con tutte le sue nefandezze e sconcezze. Un vero capovolgimento: da figlio dell’amore di Dio, l’uomo divenne «figlio dell’ira» di Dio (Ef 2,3). Una vera catastrofe per l’uomo, che diventò l’essere più infelice della terra.
A questo punto, chi avrebbe riparato l’ingratitudine mostruosa, l’oltraggio infinito fatto dall’uomo a Dio?
Un’offesa infinita esige una riparazione infinita. Ma solo Dio è infinito. Quindi, solo Dio poteva riparare il male dell’uomo.
L’unica speranza dell’uomo, perciò, restava solo Dio stesso, l’offeso. L’unica attesa dell’umanità era Dio misericordioso «O Dio, vieni a salvarci…» (Sal 69,2).
E Dio misericordioso venne, con l’Incarnazione del Figlio: «Dio amò tanto il mondo, da mandare il suo Figlio Unigenito» (Gv 3,16), «Il Padre ha mandato il suo Figlio a salvare il mondo» (Gv 4,14).Questa è l’immensità dell’amore di Dio, che è arrivato poi all’eccesso con l’Eucaristia (Gv 13,1), e continua ad amarci con i doni e le promesse del suo divin Cuore.E san Paolo ricorda che «l’amore di Dio è largamente diffuso nei vostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci fu dato» (Rm 5,5). Tocca al cuore del cristiano vivere e inebriarsi di questo amore divino.

Proposito: Fare tutto il mese di giugno in onore del Sacro Cuore.

FONTE: Cuore di Gesù, Cuore dell’uomo, P.Stefano M. Manelli, © 2010 Casa Mariana Editrice, 2010
Se desiderate avere il libro originale cliccate sul Link di Casa Mariana Editrice o scrivete al seguente indirizzo E-Mail: cm.editrice@gmail.com
La traduzione, l’adattamento totale o parziale, la riproduzione con qualsiasi mezzo (compresi i microfilm, i film, le fotocopie) nonché la memorizzazione elettronica, sono riservati per tutti i paesi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...